Salerno. Macellerie sul piede di guerra: "La Regione e i Comuni riducano la Tari"

07 Agosto 2018 Author :  
I Comuni devono ridurre almeno del 50% la Tari alle Macellerie che smaltiscono gli scarti di origine animale, ricorrendo ad imprese private e non al servizio pubblico. A chiederlo Francesco Maiorano, presidente dell'Urmac, Unione regionale macellai campani che alza la voce nei confronti di quelle amministrazioni Comunali della Regione Campania che continuano ad applicare, ai negozi di Macelleria, la Tari per intero. «Un costo (fino a 1.500/2.000 euro l'anno) che con la tassa siamo invece costretti a pagare due volte - ha spiegato poi Maiorano - Ricordiamo che la Tari, l'imposta comunale che si paga sui rifiuti, è stata introdotta con la legge di stabilità del 2014, sostituendo la Tares e la Tarsu». Macellerie e pescherie sono costrette, per legge a smaltire i rifiuti speciali, ovvero gli scarti animali della lavorazione, rivolgendosi ad imprese private a pagamento. Si arriva a pagare fino a 1.500 o 2.000 euro l'anno, per più ritiri settimanali, ed è un servizio che i Comuni non possono garantire. «Allora perché pagare una tassa per un servizio di cui non possiamo disporre?», si chiede il presidente Maiorano. «Da tempo facciamo presente che la legge ci impone di smaltire gli scarti di origine animale ma dobbiamo ricorrere ad imprese private e non al servizio pubblico. Un costo che con la tassa siamo invece costretti a pagare due volte. La tariffa ridotta del 50%, deve essere applicata almeno in relazione alle superfici dei laboratori di lavorazione, dove vengono prodotti rifiuti di origine animale», ha poi aggiunto spiegando di essere intenzionato ad incontrare gli assessori ai Tributi dei Comuni della Regione Campania che non hanno ancora applicato la riduzione della Tari, così come già avvenuto nei giorni scorsi, con l'assessore ai Tributi del Comune di Nocera Inferiore.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2