banner agro

Guerra in Ucraina. L'ira di Mosca per i nuovi missili dagli Usa Kiev: '70% di Severodonetsk in mano russa'

01 Giugno 2022 Author :  

Gli Usa forniranno all'Ucraina sistemi missilistici "più avanzati" per colpire "obiettivi strategici", annuncia Biden.

Il presidente americano si riferirebbe ai lanciatori Himars, che verrebbero forniti a Kiev con munizioni capaci di una gittata massima di 80 km.

"Non stiamo incoraggiando l'Ucraina a colpire oltre i suoi confini", specifica Biden. "Un fatto estremamente negativo", la reazione del vice ministro degli Esteri russo, Serghiei Ryabkov, al nuovo pacchetto di sostegno militare degli Usa a Kiev.

Intanto le forze nucleari russe stanno svolgendo esercitazioni nella provincia di Ivanovo, a nordest di Mosca: lo ha annunciato oggi il ministero della Difesa russo. La fregata Ammiraglio Golovko equipaggiata con armi ipersoniche entrerà in servizio nella Flotta settentrionale russa entro la fine di quest'anno: lo ha detto oggi il comandante ammiraglio della Flotta, Alexander Moiseev.

"Per favore, non si usi il grano, alimento di base, come arma di guerra": è l'appello lanciato dal Papa alla fine dell'udienza generale. Il Pontefice ha fatto riferimento al blocco delle esportazioni a causa del conflitto in Ucraina.
"Putin non deve vincere e non vincerà". Lo ha ribadito il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, parlando al Bundestag, dove ha condannato la brutalità di "questa guerra criminale" condotta dalla Russia. È essenziale che "l'Ucraina possa difendersi e abbia successo in questo".

Sarà formalizzato oggi a Bruxelles dagli ambasciatori dei 27 il sesto pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia per la guerra in Ucraina. Sì al price cap come misura temporanea: "siamo stati accontentati", commenta Draghi. Zelensky si dice "grato a tutti coloro che hanno lavorato per questo accordo", affermando che così Mosca avrà "decine di miliardi di euro in meno per finanziare il terrorismo".

Secondo i servizi segreti ucraini Putin avrebbe dato l'ordine di occupare entro il primo luglio le intere regioni ucraine di Lugansk e Donetsk, che formano il Donbass. La situazione in quella regione geografica "è molto complicata", ammette Zelensky affermando che l'epicentro dello scontro sono ora le città di Severodonetsk, Lysychansk e Kurakhove. In costruzione nella capitale Kiev la prima linea di difesa contro l'avanzata russa.

Ucraina, Chernobyl: la desolazione nella vicina citta' abbandonata di Pripyat

UNICEF, I BAMBINI LE PRIME VITTIME
Secondo l'Unicef, "quasi 100 giorni di guerra in Ucraina hanno avuto conseguenze devastanti per i bambini, di una portata e a una velocità mai viste dalla Seconda Guerra Mondiale: 3 milioni di bambini in Ucraina e oltre 2,2 milioni di bambini nei paesi che ospitano rifugiati hanno adesso bisogno di assistenza umanitaria". Circa 2 bambini su 3 sono stati sfollati a causa dei combattimenti. Secondo le notizie verificate dall'Ohchr (l'Alto commissariato Onu per i diritti umani), ogni giorno in Ucraina in media più di 2 bambini vengono uccisi e oltre 4m feriti - la maggior parte in attacchi con armi esplosive in aree popolate.

'NON ATTACCHEREMO LA RUSSIA'
L'Ucraina non ha intenzione di attaccare la Russia: lo ha detto il presidente Vladimir Zelensky nel corso di un'intervista all'emittente Usa Newsmax TV commentando indiscrezioni dei media secondo cui Kiev potrebbe utilizzare i sistemi missilistici Himars che riceverà dagli Stati Uniti per colpire obiettivi sul territorio russo. "So che la gente negli Stati Uniti sta dicendo, o qualcuno alla Casa Bianca sta dicendo, che potremmo usarli (gli Himars, ndr) per attaccare la Russia. Non abbiamo intenzione di attaccare la Russia. Non siamo interessati alla Federazione Russa. Non stiamo combattendo sul loro territorio", ha detto Zelensky.
La posizione dell'Ucraina come "perimetro difensivo" per il mondo contro la Russia significa che Kiev non può "cedere" nulla: così il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy durante un'intervista al sito di notizie americano Newsmax. "Non siamo pronti a cedere nessuno dei nostri territori, perché i nostri territori sono i nostri territori: è la nostra indipendenza, la nostra sovranità; questo è il problema", ha detto Zelenskyy riconoscendo che "ci sono alcune difficoltà con alcuni territori. Ci sono alcuni dettagli, ma tutte queste difficoltà potrebbero essere discusse e quelle discussioni sarebbero necessarie per fermare la guerra".
L'Ucraina sta perdendo dai 60 ai 100 soldati ogni giorno, ha detto il presidente Volodymyr Zelensky in un'intervista al canale americano Newsmax ripresa da Cnn e Tass. "La situazione nell'est è molto difficile. Ogni giorno perdiamo dai 60 ai 100 soldati e contiamo qualcosa come 500 feriti in combattimento", ha detto Zelensky.

DAGLI USA SISTEMI MISSILISTICI AVANZATI
Gli Stati Uniti forniranno all'Ucraina sistemi missilistici "più avanzati" per colpire "obiettivi strategici". Lo ha annunciato il presidente americano Joe Biden.
In un lungo editoriale sul New York Times dal titolo 'Che cosa l'America farà e che cosa non farà in Ucraina', il presidente ricorda tutte le armi che gli Usa hanno inviato a Kiev dall'inizio dell'invasione della Russia il 24 febbraio. "L'obiettivo dell'America è semplice: vogliamo vedere un'Ucraina democratica, indipendente, sovrana e prospera con i mezzi per scoraggiare e difendersi da ulteriori aggressioni", scrive Biden per poi annunciare: "Ecco perché ho deciso che forniremo agli ucraini sistemi missilistici e munizioni più avanzati, che consentiranno loro di colpire con maggiore precisione obiettivi chiave sul campo di battaglia in Ucraina". Il presidente americano tuttavia non precisa se si tratti di quei missili a lungo raggio che solo due giorni fa, e nelle ultime ore di nuovo la Casa Bianca, aveva smentito di voler inviare a Kiev.
"Non cerchiamo una guerra tra Nato e Russia. Per quanto non sia d'accordo con Putin e trovi le sue azioni un oltraggio, gli Stati Uniti non cercheranno di rovesciarlo". Lo ha detto il presidente americano Joe Biden, in un lungo editoriale sul New York Times. "Finché gli Stati Uniti o i nostri alleati non saranno attaccati, non saremo direttamente coinvolti in questo conflitto, né inviando truppe americane a combattere in Ucraina né attaccando le forze russe. Non stiamo incoraggiando o consentendo all'Ucraina di colpire oltre i suoi confini. Non vogliamo prolungare la guerra solo per infliggere dolore alla Russia", ha sottolineato.
Gli Stati Uniti forniranno all'Ucraina sistemi missilistici Himars, che hanno una gittata di 80 chilometri. Lo riferiscono fonti dell'amministrazione dopo che Joe Biden, in un editoriale sul New York Times, ha annunciato l'invio a Kiev di sistemi missilistici più avanzati. Nei giorni scorsi la Cnn aveva riportato che la Casa Bianca stava preparando un nuovo pacchetto di aiuti militari che avrebbe incluso sistemi di missili a medio/lungo raggio: Multiple Launch Rocket System (Mlrs), capace di lanciare missili sino a 300 km di distanza e l'Himars, una versione più leggera del primo ma capace di sparare lo stesso tipo di munizioni.

SEVEREDONETSK CONTROLLATA DAI RUSSI AL 70%
"La Russia ora controlla ora il 70% di Severodonetsk, nell'Ucraina orientale. Le truppe di Kiev si sono ritirate verso posizioni più protette e una parte continua a combattere dentro la città", afferma il capo dell'amministrazione militare regionale del Lugansk Sergiy Gaidai citato dal Guardian. Severodonetsk è in questi giorni l'obiettivo principale dell'attacco russo poichè rappresenta un punto-chiave se si vuole controllare il Donbass. Gaidai ha aggiunto che "Lysychansk è completamente sotto il controllo ucraino. Tutti gli insediamenti liberi della regione di Lugansk sono costantemente sotto tiro e l'evacuazione è sospesa".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2