Battipaglia. Rogo ad azienda rifiuti, le reazioni dei Parlamentari salernitani

12 Settembre 2019 Author :  

"Ancora un incendio nella zona industriale di Battipaglia, in un’azienda che tratta rifiuti speciali. È il quinto in meno di tre anni. Dopo un agosto di roghi e miasmi, una nuova nube tossica per i cittadini della Valle del Sele. Scuole chiuse, aria irrespirabile, danni per le persone, l’economia locale e la vita civile. Non si può andare avanti così. Il Governo intervenga tempestivamente. Ci sono tutte le caratteristiche per dichiarare una emergenza e nominare un commissario straordinario di Governo”. Lo dichiara Federico Conte, deputato di Liberi e uguali, dopo il rogo che questa notte ha interessato una grossa quantità di pneumatici stoccati in uno stabilimento industriale di Battipaglia, dove vengono smaltite gomme dei veicoli. “Siamo di fronte a una catena di eventi di eccezionale gravità – continua il parlamentare Conte -. Bisogna reagire con forza. Gli amministratori della Valle del Sele si associno in un fronte comune. E il Governo nazionale intervenga con decisione. Un mese fa ho scritto una lettera al presidente del Consiglio chiedendo un Commissario straordinario per l'emergenza ambientale, la salute e la sicurezza pubblica nella Valle del Sele, con risorse e poteri come è avvenuto per la Terra dei fuochi. Ribadirò la mia richiesta con una nuova lettera. Il nuovo Esecutivo dia subito un segnale forte”.

Incendio Battipaglia: Iannone (Fdi), allarmi sottovalutati

Da diciotto mesi "sto denunciando al ministro Costa la situazione angosciante che vivono i cittadini di Battipaglia, esasperati e mortificati dall'impotenza delle Istituzioni nel difendere i cittadini onesti e laboriosi della Piana del Sele. Gli allarmi e le denunce sono stati completamente sottovalutati e alle interrogazioni ho ricevuto esclusivamente risposte evasive e superficiali". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, componente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attivita' illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati. "E' evidente che la Regione Campania e la Provincia di Salerno sono incapaci a gestire questa situazione" aggiunge il parlamentare che accusa il ministro Costa di disattenzione.

Rogo Battipaglia, Fasano (FI): «Subito interventi concreti da Regione e Governo»

«Esprimiamo la nostra solidarietà al sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese e a tutti i cittadini di Battipaglia per il prezzo altissimo che stanno pagando a causa di un inquinamento ambientale senza controllo». A dirlo è il deputato di Forza Italia e coordinatore provinciale di Salerno, Enzo Fasano. «Anche oggi la città è costretta a fare i conti con una nube tossica provocata da un rogo d’incredibili proporzioni che sta mettendo in ginocchio una realtà martoriata già da anni. Oltre alla solidarietà, Forza Italia metterà in campo con tutti i suoi parlamentari, con i consiglieri provinciali e con i consiglieri comunali di Battipaglia e dell’intera Piana del Sele una serie d’iniziative concrete che costringano la Regione e il Governo nazionale, adesso peraltro alleati, a interventi concreti e non più procrastinabili», conclude il parlamentare forzista Enzo Fasano.

L’on. Gigi Casciello (Forza Italia) dopo l’incendio di Battipaglia: «La situazione ambientale è ormai questione di ordine pubblico e sicurezza: intervenga il ministro dell’Interno Lamorgese»

«A Battipaglia si vive una situazione ambientale insostenibile, che è ormai diventata questione di ordine pubblico e sicurezza. L’ultimo incendio, l’ennesimo, impone improcrastinabilmente una riflessione sulle responsabilità e sui ritardi accumulati dalla Regione Campania in merito all’applicazione del Piano Regionale dei rifiuti e sulle discutibili scelte di far governare il sistema dei rifiuti ai privati, considerando le comunità locali solo come “luoghi dove far sversare”». Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, deputato di Forza Italia, annunciando un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e al ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, dopo il rogo che la scorsa notte ha interessato un’azienda di smaltimento pneumatici a Battipaglia.

«Ho già sentito sia la sindaca di Battipaglia, Cecilia Francese, che il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, e mi sono immediatamente attivato per sollecitare i ministri competenti - prosegue il deputato Casciello -. È necessario che il Governo provveda a tutti gli interventi di messa in sicurezza e di bonifica ambientale del territorio, volti ad arginare definitivamente i danni causati all’ambiente, anche attraverso l’istituzione di un tavolo permanente fra Comuni, Assessorato regionale e Ministero, prevedendo l’inserimento del Comune di Battipaglia nell’ambito del “Protocollo d’intesa per un’azione urgente nella Terra dei fuochi”».

L’onorevole Casciello, che già nei mesi scorsi pose tale la problematica all’attenzione delle istituzioni, presentando - insieme anche ad altri deputati - interrogazioni rimaste senza risposta, rilancia l’allarme: «La situazione del territorio di Battipaglia è esplosiva, perché vi operano almeno 24 impianti di trattamento, stoccaggio e smaltimento rifiuti. In aggiunta, gli uffici regionali elencano anche le cinque autorizzazioni vigenti, inclusa quella del Comune, per il territorio di Eboli. In pratica, nel territorio suddiviso fra le due principali città della Piana del Sele, in provincia di Salerno, insistono oltre 30 impianti di trattamento rifiuti considerando anche lo Stir e i siti di stoccaggio provvisori. In difesa del diritto alla salute dei residenti - conclude il parlamentare di Forza Italia - non è più possibile né accettabile attendere che la situazione degeneri e si aggravi ulteriormente per la popolazione».

Incendio Battipaglia, m5s: bene ministro costa. impegno per tavolo tecnico e cabina di regia al piu’ presto

“L’ennesimo incendio divampato la scorsa notte nella zona industriale di Battipaglia è il chiaro segnale che bisogna intervenire velocemente, per contrastare al più presto quella che il ministro Sergio Costa ha definito una vera e propria guerra”, così in una nota i parlamentari della provincia di Salerno del MoVimento 5 Stelle.

“Abbiamo tempestivamente informato il ministro dell’Ambiente il quale è immediatamente intervenuto annunciando tempi certi e rapidi per l’avvio di un tavolo tecnico che affronti l’emergenza a 360 gradi. Vogliamo rassicurare i cittadini, prime vittime di questi vergognosi episodi tristemente in aumento: in qualità di rappresentanti del territorio ci batteremo per avere in tempi brevi delle soluzioni efficaci, attraverso l’immediata costituzione di una cabina di regia in cui saranno coinvolti comitati, associazioni e istituzioni a qualsiasi livello. Andremo a fondo sul terribile incendio, verificando oltretutto se l’impianto in questione fosse o meno all’interno della lista dei siti sensibili della Prefettura. Si tratta di una battaglia che va combattuta insieme, per questo ci auguriamo che gli amministratori siano al nostro fianco nei tavoli di lavoro con l’obiettivo comune di arginare questi drammatici fenomeni”, concludono i portavoce.

Verdi: “Siamo preoccupati per la salute dei cittadini, attendiamo le risultanze dell’Arpac. Si indaghi sulla possibilità di un sabotaggio”

“Monitoriamo con attenzione l’evoluzione dell’incendio che ha interessato i locali di un’azienda di smaltimento rifiuti a Battipaglia. Il rogo ha generato una nube tossica che ha invaso le vicinanze. Siamo preoccupati per la salute dei cittadini, attendiamo le risultanze delle analisi della qualità dell’aria condotte dall’Arpac per avere un quadro più chiaro circa la situazione. Purtroppo non è la prima volta che fatti del genere si verificano nel comprensorio di Battipaglia”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Proprio il mese scorso a Battipaglia andò a fuoco l’edificio della New Rigeneral, un’azienda facente parte dello stesso comparto. Risulta difficile pensare ad una coincidenza. Tra l’altro, stando alle prime risultanze, l’incendio sarebbe di natura dolosa. Per questa ragione avanziamo l’ipotesi che si possa trattare di un sabotaggio e invitiamo le autorità a vagliare anche questa possibilità”.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2