Ambiente: Fonderie Pisano, Comitato chiede incontro a Prefetto

12 Marzo 2016 Author :  

"Chiediamo un incontro urgente con il Prefetto di SALERNO dal momento che siamo stati esclusi a partecipare all'ultimo incontro tenuto insieme alla Cgil per discutere della questione Fonderie Pisano". A dirlo Lorenzo Forte, presidente del Comitato Salute e Vita nel corso della conferenza stampa quest'oggi al bar libreria Verdi, a SALERNO. "In quella riunione - ribadisce il presidente - si è discusso solo di diritto al lavoro e non anche di diritto alla salute. Chiederemo chiarimenti alla stessa Cgil del perché non si è costituita parte civile contro Pisano, non tutelando neanche i suoi stessi lavoratori". Forte, poi, ribadisce che "la delocalizzazione deve essere necessaria ma non a discapito di altre comunità. Quello che chiediamo - aggiunge - è che lo stabilimento venga dislocato in un'area industriale ma non può rimare l'impianto obsoleto che è oggi". Di delocalizzazione parla anche Giuseppe Palo, presidente di Gera A.V., che in una nota stampa spiega: "Leggiamo con profonda attenzione gli ultimi sviluppi in merito ad una possibile delocalizzazione delle Fonderie Pisano in zona Sardone di Giffoni Valle Piana. Diciamo un No secco a questo ennesimo schiaffo nei confronti della nostra terra, qualora si concretizzasse una cosa del genere". Intanto non si ferma la protesta di alcuni residenti della zona che hanno deciso di ritrovarsi davanti lo stabilimento da alcuni giorni. Anima di questo presidio, la 29enne Martina Marraffa che da giovedì dorme davanti le Fonderie e rimarrà lì "finché non verrà il presidente della Regione, Vincenzo De Luca e l'assessore comunale all'Ambiente, Gerardo Calabrese". Ieri sera i 'pentastellati' Angelo Tofalo e Andrea Cioffi si sono recati al presidio per esprimere la propria vicinanza ai cittadini della zona. Il Comitato Salute e Vita, lunedì, a partire dalle ore 17.30, organizzerà una fiaccolata. "Dopo la via crucis sulle scale della Chiesa di Via dei Greci - aggiunge Lorenzo Forte - verrà celebrata una messa per ricordare i morti e poi proseguiremo con una fiaccolata alla quale sono invitati tutti, cittadini e politici ma senza bandiere di alcun tipo. Passeremo davanti le Fonderie ed esprimeremo nuovamente la nostra solidarietà a Martina Marraffa. Appoggiamo e sosteniamo la sua scelta spontanea ed individuale. Noi, però, intendiamo continuare sulla nostra via, seguendo, ancora una volta, la strada delle istituzioni e della magistratura. Faremo, molto probabilmente, un esposto proprio per capire perché siamo stati esclusi dall'incontro in Prefettura".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2