Maiori/Costiera: due depuratori sequestrati, sei indagati

20 Aprile 2016 Author :  

Dopo Amalfi e Praiano tocca anche a Maiori che, in un primo momento, sembrava essere rimasta esclusa dall'inchiesta sul malfunzionamento dei depuratori in Costiera, che invece aveva visto coinvolte Amalfi e Praiano. Ieri i carabinieri del Noe hanno bussato alla porta di Palazzo Mezzacapo, sede della municipalità, e notificato gli avvisi di garanzia a sei persone. E, contestualmente, sequestrato i due impianti di trattamento dei reflui urbani. Ad essere finiti sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti sono l’ex sindaco Antonio Della Pietra e l’attuale primo cittadino, Antonio Capone, i tecnici comunali Aniello Casola e Giuseppe Nicola Giordano e i responsabili delle ditte manutentrici: Avitabile e Santelia. Il provvedimento è stato disposto dal Tribunale del Riesame (su richiesta della Procura) che ha riconosciuto il "fumus" dei reati contestati che sono quelli di danneggiamento dei beni pubblici, gettito di cose idonee a molestare le persone e deturpamento di bellezze naturali. Illeciti che sono emersi nel corso delle diverse verifiche, durante le quali sarebbe stata accertata l’inidonietà degli impianti. Che non avrebbero funzionato a dovere e, quindi, avrebbero sversato le acque direttamente in mare, senza il trattamento depurativo. I controlli hanno pure evidenziato come ciò veniva scaricato in mare contenesse anche sostanze inquinanti, potenzialmente pericolose e capaci di danneggiare le matrici ambientali di beni pubblici, oltretutto protetti da vincolo paesaggistico. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno, dunque, che si abbatte su Maiori, proprio all’inizio della stagione turistica, quando la città si è appena svegliata dal lungo letargo invernale e sta già accogliendo i vacanzieri provenienti da ogni parte del mondo. E gli effetti del blitz dei militari dell’Arma potrebbe avere conseguenze veramente devastanti sull’economia del centro della Divina. Perché l’attenzione della magistratura è puntata proprio contro la principale risorsa della città: il mare. E gli operatori turistici e balneari temono che la cattiva pubblicità possa mettere in pericolo la riuscita della stagione, che si preannuncia invece ricca di soddisfazioni, come del resto è stata l’estate 2015. D’altronde la spiaggia, in questi giorni di caldo improvviso, è stata presa d’assalto da tantissimi bagnanti, che hanno approfittato delle temperature estive per il primo bagno.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2