Scafati, ancora una bomba. Raid contro la sala scommesse di via Martiri d'Ungheria

04 Luglio 2017 Author :  

Una bomba carta davanti alla sala scommesse chiusa oramai da qualche tempo di via Martiri d'Ungheria a Scafati. L'episodio è avvenuto stanotte ed infatti, sono tantissimi i cittadini del comprensorio e fino al confine con Boscoreale, che hanno avvertito il boato proveniente della sala scommesse chiusa da qualche tempo.

Non è chiaro il motivo di questo gesto che sembra un modo per intimorire gli ex proprietari dello stabile, molto frequentato nel corso degli anni anche da persone vicine al clan Ridosso Loreto. Il centro scommesse era sorto dopo la chiusura di una concessionaria. Intorno alle quattro poi, lo scoppio: sul posto subito i carabinieri e i vigili del fuoco.

Quella che oramai sembra sempre più una faida tra i clan, sta facendo piombare la città di Scafati nel buio della guerriglia urbana.
Neanche una settimana fa, c'era stata una marcia da parte dei cittadini e del parroco don Peppino De Luca per dire basta alle bombe e quindi ai rischi per i cittadini che chiedevano maggiore sicurezza ma è evidente che l'urlo è stato inascoltato. La marcia era stata organizzata subito dopo la bomba fatta esplodere al Roxy Bar di via Pietro Melchiade a Scafati.

Il cafè era da poco stato preso in gestione della figlia dell'ex boss finito in carcere Franchino Matrone. Un episodio inquietante che sembrava oramai passato ma poi è arrivata anche quest'altra esplosione che sembra una risposta a quella precedente. Cosa sta succedendo?
I cittadini attendono risposte.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2