Sarno. Frana '98, risarcimenti familiari delle vittime: il Ministero scarica il Comune

16 Ottobre 2019 Author :  

Risarcimenti alluvione del 1998, il Governo scarica tutto addosso al Comune. Dunque, a oltre 21 anni dalla frana del 5 maggio del 1998 i risarcimenti per i familiari delle vittime sono ancora interessate da un vortice giudiziario. La pronuncia sulla vicenda è quella della Corte di Appello di Napoli del 2011, confermata poi dalla Cassazione, con cui è stata riconosciuta la responsabilità civile con condanna al pagamento in solido per l’ex sindaco di Samo, Gerardo Basile, la Presidenza del Consiglio, il Ministero degli Interni e il Comune di Sarno. In seguito a tele pronuncia, sono iniziati a raffica i ricorsi dei cittadini per vedersi quantificare i danni per la perdita dei propri congiunti durante i tragici eventi e che hanno adito il tribunale di Salerno. I giudici del capoluogo hanno confermato più volte l’orientamento giurisprudenziale riguardante la suddivisione delle responsabilità tra il Comune di Sarno, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministro dell'interno ed ex sindaco, pronunciando numerose ordinanze in tale senso e condannandoli in toto al risarcimento dei danni a favore dei ricorrenti. Ma proprio le strutture centrali dello Stato italiano, ovvero Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministero dell "interno, non considerando tali pronunce adeguate, in quanto le responsabilità maggiori, secondo il loro parere, sarebbero da attribuire all’ex primo cittadino e all'Ente municipale, impugnando cosi le ordinanze innanzi alla Corte di Appello di Salerno. In particolare, gli appellanti hanno evidenziato il difetto di legittimazione passiva del Ministero dell’Interno, ovvero ritenere lo Stato responsabile civile come unica parte, ritenendo sussistente» invece una diversa gradazione di responsabilità, secondo la quale il pagamento stabilito in Solido ed in parti uguali deve essere rideterminato dalla Corte di Appello in una minore misura in capo a loro ed in una misura maggiore in capo al Comune di Sarno. Proprio in questi giorni, infatti, un ulteriore incarico legale - per una spesa da oltre 1Omila euro - è stato affidato dal Comune di Sarno per proporre appello incidentale nelle nuove vicende giudiziarie. Si tratta, dunque, dell’ennesima lite sui risarcimenti della frana del 5 maggio del 1998 e che non è destinata ad esaurissi in breve tempi. Anzi, in caso di accoglimento degli appelli proposti da Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministero dell’interno, il Comune di Sarno si esporrebbe in una situazione pericolosa sotto il profilo finanziario, considerate le corpose somme da devolvere ai congiunti o ai parenti delle vittime dell’alluvione. Che, intanto, aspettano ancora da 21 anni i risarcimenti per una tragedia che ha segnato per sempre l’intera città di Sarno. (Fonte la Città)

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2