Scafati. Caso Helios, conferenza in Regione: "Troppi rifiuti, ecco cosa non va nel sito..."

02 Febbraio 2017 Author :  

Si è tenuta oggi la conferenza dei servizi tra Regione Campania, comune di Scafati, l'Arpac e la società Helios che ha un sito di stoccaggio di rifiuti in via Galileo Ferraris a Scafati. La questione ambientale è molto sentita nella zona di Cappella, in cui i cattivi odori provenienti dal sito di stoccaggio, hanno fatto nascere un vero e proprio comitato di protesta che ha portato una serie di difficoltà agli abitanti, i quali hanno sporto numerose denunce. Nella conferenza dei servizi, non si è presentata l'Asl di Salerno che avrebbe dovuto dire la sua circa i rischi alla salute provenienti dal trattamento di rifiuti, fatto a pochi metri di distanza dalle abitazioni. L'Arpac, invece, ha fatto una serie di prescrizioni all'azienda Helios, entrando soprattutto nel merito della quantità di rifiuti trattati: i commissari inviati dal Tribunale di Nocera Inferiore, che stanno verificando l'attività dell'azienda, avrebbero fatto emergere, così come si evince anche dai rilievi dell'Arpac, che all'interno dell'azienda che vengono smaltiti e trattati con più rifiuti di quelli che effettivamente i vertici societari sono autorizzati a trattare. Innanzitutto, quindi verrà fatta una riduzione degli stock di rifiuti presenti. Sono state fatte anche altre prescrizioni da un punto di vista ambientale per cercare di ridurre al minimo l'impatto sul territorio. Il prossimo 16 marzo si terrà una nuova conferenza dei servizi, che dovrebbe chiudere il ciclo di confronto e cercare di risolvere una volta e per tutte la questione ambientale che riguarda la società che gestisce il sito di stoccaggio. Resta poi da chiarire la questione delle autorizzazioni che non sarebbero chiaramente in regola e su cui pende anche un'altra sentenza del Tar che dovrebbe uscire a giorni, proprio tra il Comune di Scafati e la Helios. Sul caso, è intervenuto il presidente della commissione d'inchiesta sulla Helios, Mario Santocchio: "Ci teniamo a sapere dall'Asl di Salerno perché non ha partecipato nemmeno a questa conferenza dei servizi e soprattutto perché non sta facendo il possibile per scoprire quali sono i rischi per la salute dei cittadini del comprensorio. All'Azienda Sanitaria quindi chiediamo maggiore attenzione sul caso Helios che sta avvelenando Scafati, mentre attendiamo delle risposte sul sistema di autorizzazioni e gestione della società". Sulla stessa scia anche Scafati in movimento i cui attivisti dichiarano: "Prima del 16 marzo incontreremo nuovamente i nostri rappresentanti in Regione Campania e chiederemo delle spiegazioni su eventuali rischi per la salute pubblica ed anche sulla stessa gestione del sito di stoccaggio presente in località Cappella. Andremo fino in fondo, per capire di chi sono le colpe e se ci sono delle responsabilità e dei danni per la salute pubblica".

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2