×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 730

Scafati. Helios, miasmi al limite: nuova ispezione dei carabinieri | La storia e la battaglia

06 Gennaio 2017 Author :  

Helios: ancora disagi, sopralluogo dei carabinieri. Erano alcuni giorni che la situazione in via G. Ferraris stava peggiorando, i miasmi provenienti dal sito di stoccaggio per rifiuti della Helios aumentavano, i cittadini sollecitavano invano la Polizia Locale. Mercoledì sera i residenti della popolosa frazione di Cappella, ormai stanchi perché privati del loro diritto alla vivibilità e alla salute, hanno allertato della situazione insostenibile la locale tenenza . Verso le ore 19 una pattuglia dei carabinieri si è così recata in zona e non ha potuto far altro che constatare e relazionare che l'aria era effettivamente irrespirabile tanto da doversi allontanare immediatamente. Non è la prima volta che i militari intervengono e relazionano lo stato di disagio degli abitanti della zona, un disagio che soprattutto negli ultimi due anni è stato avvertito non solo dalla comunità di Cappella ma da tutta la città e dai paesi limitrofi, marce e manifestazioni di proteste ne sono la testimonianze. Dopo varie denunce, prima giornalistiche e poi alla Procura della Repubblica, gli uomini del Noe avevano effettuato un sopralluogo nei pressi dell'azienda che si occupa di smaltimento e stoccaggio di rifiuti che trova nell'area Pip di via Ferraris. Così in seguito alla relazione del Noe e ai rilievi di Asl e Arpac, il sito di stoccaggio era stato colpito da un provvedimento di sequestro preventivo emesso dalla Procura di Salerno, la gestione del sito era stata commissariata ed affidata a due tecnici individuati dalla Procura. Sembra però che nonostante la gestione commissariale la situazione in alcuni giorni non tenda a migliorare per nulla, anzi peggiora decisamente. Al fine di porre rimedio ai disagi ambientali arrecati dal sito di stoccaggio, dopo un lungo periodo di latitanza, si erano mossi anche alcuni gruppi politici, il M5S con un'interrogazione regionale e la visita im zona di alcuni parlamentari, il PD con un'interrogazione comunale, Fdi con una mozione volta a istituire una commissione consiliare di indagine per verificare la regolarità delle autorizzazioni rilasciate alla Helios/Igiene Urbana. Tutta l'opposizione era andata così in pressing sull'amministrazione comunale guidata dall'ex sindaco Aliberti. Il sindaco era accusato di tacere sul "caso" Helios e non prendere i dovuti provvedimenti perché in conflitto di interesse essendo lui o aziende della sua famiglia in rapporti di lavoro con imprese del gruppo Helios/Igiene Urbana/Am Ambiente/ Am Tecnology, aziende tutte riconducibili alla stessa proprietà. Fu così che nello scorso mese di ottobre fu istituita la tanto attesa Commissione Consiliare di Indagine sulla Helios, come presidente fu scelto il consigliere Mario Santocchio che insieme ai colleghi di opposizione Pasquale Vitiello e Michelangelo Ambrunzo avevano individuato molte anomalie nel rilascio delle autorizzazioni comunali. In consiglio comunale onde evitare che si autorizzasse l'insediamento in area Pip o anche solo l'ampliamento di altre aziende che si occupano di rifiuti, furono votate ulteriori restrizioni alle norme di attuazione del Pip, nonostante già nelle norme di attuazione precedenti, disattese, era ben specificato che le aziende nocive non potessero insistere nell'area di Cappella. Dal pressing dei vari gruppi politici erano scaturiti i controlli e di seguito i sequestri di natura urbanistica a seguito dei quali era stata annullata anche la certificazione di agibilità delle strutture esistenti. Avverso questo provvedimento le società Helios e Igiene Urbana erano ricorse al Tar, evidenziando soprattutto la mancanza di notifica degli atti. L'intenso lavoro della "commissione Helios" si era però esaurito con la fine del mandato consiliare terminato con le dimissioni del Sindaco Aliberti. In tutto questo frangente la Regione Campania, le autorizzazioni per operare in questo settore sono decreti regionali, aveva convocato una conferenza dei servizi sulla Helios, due volte le riunioni erano state rimandate per volontà sia del Comune di Scafati che dell'azienda. La conferenza dei servizi si riunirà il prossimo 13 gennaio, saranno presenti per il Comune di Scafati oltre ai responsabili di settore anche uno dei sub-commissari presenti al comune e che coadiuvano il lavoro del commissario prefettizio Vittorio Saladino. I cittadini si attendono al più presto una svolta che tuteli i loro diritti, compresi quelli alla vivibilità e alla salute.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2