Roberto Vecchioni e la giornata per funghi

13 Agosto 2016 Author :  

di Francesco Apicella

Vi voglio raccontare un simpatico aneddoto su Roberto Vecchioni, riportato da Renato Pareti, cantautore, attore e scrittore italiano, attivo a partire dagli anni 70’, amico e collaboratore del grande cantautore lombardo. Pareti ha prodotto i suoi primi tre album: “Parabola”, “Saldi di fine stagione” e “L’uomo che si gioca il cielo a dadi” e ha scritto con lui l’inno dell’Inter, “Interspaziale”, cantato dal calciatore Mario Bertini. L’aneddoto risale al 1972 ed è davvero molto divertente. Nel 72 mentre erano a Saint Vincent, per l’edizione del “Disco per l’estate” di quell’anno, con la canzone “Singapore”, cantata dal gruppo musicale “I nuovi angeli”, una mattina Pareti svegliò Roberto alle 4 affinchè andasse con lui, nel bosco, a cercar funghi. Prima di andare avanti, però, occorre fare una premessa: Roberto era uno che faceva sempre le ore piccole, andava a letto molto tardi e farlo alzare per le 10 era già un’impresa non facile. “A quel tempo” racconta Renato“poiché eravamo molto amici, per non farmi dispiacere, Roberto acconsenti’ eroicamente ad accompagnarmi. E così, quel mattino, mi ritrovai per una selva oscura, accompagnato da uno zombie mezzo addormentato. A un certo punto ebbi la sensazione di essere rimasto solo, infatti parlavo, ma nessuno mi rispondeva. Così smisi di cercare i funghi e mi voltai: ero davvero da solo! Dietro di me non c’era nessuno!?!. “Oh Dio!”pensai “non si sarà mica fatto male?!?...mica si sarà perso?...” Cominciai a urlare: “Robertoooo”, ma nessuno rispose al mio richiamo.” Ma che fine aveva fatto Vecchioni? Renato, preoccupato, tornò subito indietro a cercarlo. “Girai tutto intorno per un bel quarto d’ora” continua Pareti “ripercorrendo la strada a ritroso” Dopo un po’, cerca che ti cerca, finalmente lo ritrovò, se ne stava per terra, accovacciato sotto un pino. “Roberto, che cazzo fai? Ti sei fatto male? Stai bene? Voi non ci crederete” racconta Pareti “stava dormendo!! Si svegliò di soprassalto e quando riuscì a mettere a fuoco la situazione, rispose: “Farei pena a chiunque, tranne a te che sei senza cuore!” Scoppiai a ridere, lo aiutai ad alzarsi e gli dissi: “Ho capito! La selva oscura non fa per te…eppure, da professore di lettere, parli sempre di Dante ai tuoi alunni! E lui, “ Ma vaffanculo te e i tuoi funghi!” Ritornato in albergo, si rimise subito a dormire e si svegliò solo dopo le 4 del pomeriggio”. Povero Roberto Vecchioni, indimenticabile poeta della canzone italiana! Ma quando si ha sonno, si sa, bisogna dormire e non circolare, come zombie, per le “selve oscure”.

AdMedia

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2