Baronissi: 26 immigrati nel centro lager, blitz e bacchettate alla Prefettura

17 Settembre 2016 Author :  

Ventisei immigrati stipati in un appartamento, privo di energia elettrica e tra i rifiuti. È la scoperta fatta, ieri mattina, dal sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiant nell’abitazione della frazione Saragnano: la Prefettura aveva inviato i migranti nella struttura residenziale rivelatasi poi del tutto inadeguata. Tutto è cominciato giovedì, quando il sindaco e il comandante della polizia municipale, Francesco Tolino, sono stati informati della presenza dei profughi da alcuni residenti. Nelle prime ore di ieri, quindi, hanno eseguito un sopralluogo per verificare di persona la presenza degli immigrati nell’abitazione privata. Hanno così scoperto che si trattava di un insediamento, disposto dalla Prefettura, composto da 26 richiedenti asilo (tra cui donne incinte e una decina di bambini), tutti africani di nazionalità senegalese, ghanese ivoriana e del Ciad, giunti dal centro accoglienza di Siracusa dopo aver superato indenni una delle tante traversate del Mediterraneo sui barconi per sfuggire a guerre e carestie. Il provvedimento era stato adottato all’insaputa del primo cittadino e degli organismi municipali. Durante il sopralluogo sono state riscontrate condizioni di estremo degrado: stanze fatiscenti, invase dai rifiuti e addirittura prive di energia elettrica. Insomma, i 26 immigrati erano stipati in un ambiente di circa 190 metri quadri in condizioni disumane. Il sindaco ha inoltre chiesto l’immediato intervento dell’Asl per verificare eventuali problematiche igienico sanitarie da sanare a tutela dei cittadini.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2