×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 88

San Marzano sul Sarno e la sua storia

09 Novembre 2014 Author :  

SAN MARZANO SUL SARNO

Il Comune si trova in pianura, a 20 mt sul livello del mare.  Situato in un territorio dalla morfologia mista, San Marzano sul Sarno è attraversata da due corsi d'acqua: il fiume Sarno e l'alveo comune nocerino.

Popolazione: 10.334 abitanti

Superficie: 5,19 km²

Densità: 1.991,33 ab./km²

Nome abitanti: sammarzanesi

Santo patrono: San Biagio - 3 febbraio

 

LA STORIA

[caption id="attachment_16766" align="alignleft" width="168"]comune di san marzano Municipio[/caption]

San Marzano è un paesino della Campania in provincia di Salerno, confina con San Valentino Torio, Pagani, Sant'Egidio Del Monte Albino, Angri e Scafati. Le sue origini sono antiche e tra le date tristemente famose è da ricordare il 215 a.C. quando la cittadina fu distrutta da Annibale. I sammarzanesi non si abbatterono e, sfruttando l’ottima posizione geografica, la cittadina divenne approdo di numerosi scafi, aumentando gli scambi commerciali. Molti anni più tardi - nel 63 d.C. sotto la guida di Nerone un terribile terremoto distrusse il paese, così i senatori romani, al fine di ricostruire la città, furono costretti ad inviare nella cittadella varie famiglie senatoriali, tra cui i Marcia da cui il paese prende il nome. La vita a San Marzano trascorse tranquilla fin quando non decise, con altri comuni, di partecipare ad un'insurrezione nei confronti del Signore di Sarno, il quale aveva deviato il corso del fiume per alimentare i propri mulini. Il 16 Dicembre 1631 l’eruzione del Vesuvio, a cui seguì un violento terremoto, distrusse gran parte del paese.
Pochi anni più tardi la ricostruzione scoppiò la Prima Guerra Mondiale e molti  sammarzanesi persero la vita in

[caption id="attachment_16767" align="alignright" width="185"]chiesa di San Biagio chiesa di San Biagio[/caption]

battaglia. Per San Marzano devastanti furono i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale da parte dei tedeschi.  Nel Maggio del 1944 una nuova eruzione del Vesuvio spazzò via gran parte delle colture, fonte primaria di sostentamento, mettendo in ginocchio il paese. San Marzano superò al meglio gli anni di crisi che la attendevano, ma un’altra sciagura attendeva la cittadina il 23 Novembre del 1980, quando un violentissimo terremoto si abbatte su Campania e Basilicata, provocando circa 3000 vittime e 10000 feriti, tra cui, molte perdite si registrarono nella cittadina. L’ultima tragedia che colpì, per fortuna lievemente, la cittadina fu nel 1998 con la frana della montagna, che distrusse maggiormente la città di Sarno. I rinvenimenti archeologici che, caratterizzano il territorio di S. Marzano, come pure quelli di S. Valentino, Pagani, Poggiomarino e Striano, sono ascrivibili all'Età del Ferro, un periodo compreso tra il IX ed il VI secolo a. C., durante il quale la valle fu abitata dai Sarrasti, un popolo di stirpe pelasgica proveniente dal Peloponneso, che i colonizzatori greci chiamarono Opici, cioè "agricoltori". Questi, a testimonianza della loro presenza nell'area, hanno lasciato estese necropoli, caratterizzate da un particolare tipo di sepoltura, detta tomba a fossa, consistente in uno scavo poco profondo, rivestito internamente di ciottoli, in cui il defunto, recante addosso il corredo funerario personale, veniva deposto in posizione supina e con la testa rivolta ad est. Tutt'intorno venivano poi sistemati dei vasi che, procedendo dal IX al VI secolo, diventarono via più sofisticati, nella fattura e nelle decorazioni.

[ads no="24"]

 

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2