banner agro

Sarno: Destra e Sinistra liquide, modello o fallimento?

12 Maggio 2024 Author :  

di Walter Mancuso

Con la presentazione delle liste si dà il via alla campagna elettorale a Sarno ed in altri tre comuni importanti della Provincia di Salerno. Ma restiamo alla sola città di Sarno. Sabato (ieri per chi legge) il candidato sindaco di centro sinistra -Francesco Squillante- ha presentato il suo programma e le liste che lo sostengono. Questa sera, invece, sarà la volta del candidato Giovanni Cocca e delle 5 liste che lo sosterranno in una battaglia che si annuncia, se non dura, certamente complicata. Il percorso sin qui è stato costellato da colpi di scena. Per la verità soltanto nel versante del centro destra. I principali partiti (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Noi Moderati) si sono “incontrati” e “lasciati” più volte nel corso dei mesi scorsi, fino alla definitiva rottura dei forzisti che hanno preferito “implodere” e non presentare nemmeno la propria lista. La geografia che ne è uscita fuori rappresenta i due “poli” caratterizzati da componenti ritenute “spurie”. A sostegno di Giovanni Cocca, infatti, ci sarebbero (oltre a Fratelli d’Italia e Noi Moderati, con la Lega che si presenta con la lista civica di Prima Sarno) delle liste composte da fuoriusciti "scontenti” del centro sinistra, che hanno ricoperto ruoli di governo, ovvero sono stati consiglieri di maggioranza. Altrettanto accade nelle liste che appoggiano l’assessore al commercio uscente (Francesco Squillante) che oggi si propone come candidato sindaco del PD e di altre 5 liste, tra cui i socialisti italiani e Italia Viva e liste civiche formate anche da candidati provenienti da Forza Italia.

Qualcuno (diremmo i più raffinati) giustifica questo moto ondoso di fluire da un contenitore (o partito) all’altro con il concetto di “modernità” o “società liquida”. Ma cosa si intende dire con questa definizione, tanto cara anche al buon Walter Veltroni (che, però, non sembra abbia avuto un futuro politico fortunato).

Ebbene, secondo la teoria coniata dal sociologo e filosofo polacco, Zygmunt Bauman, la crisi del concetto di comunità emerge un individualismo sfrenato, dove nessuno è più compagno di strada ma antagonista di ciascuno, da cui guardarsi. Questo iper-soggettivismo ha reso la società sempre più fragile, facendo venir meno i punti di riferimento e, pertanto, tutto si dissolve in una sorta di liquidità. Ne consegue che le uniche soluzioni per l’individuo, senza più punti di riferimento, sono da un lato l’apparire a tutti costi, l’apparire come valore e il consumismo. Però si tratta di un consumismo che non mira al possesso di oggetti di desiderio in cui appagarsi, ma che li rende subito obsoleti, e il singolo passa da un consumo all’altro in una sorta di bulimia senza scopo”. In definitiva, la “modernità liquida” come la preannunciava Zygmunt Bauman, è “la convinzione che il cambiamento è l'unica cosa permanente e che l'incertezza è l'unica certezza”.

Ma allora la domanda nasce spontanea: di fronte a questo smarrimento, c’è ancora posto per la sinistra e per la destra? La risposta sembrerebbe affermativa in quanto, anche se in crisi, appare assai improbabile che il confronto politico non si declini, anche in futuro, secondo il binomio destra/sinistra. Rimane però il fatto che lo smarrimento della politica contemporanea è un fenomeno serio e che pertanto è necessario non sottovalutare la crisi in atto se si vogliono migliorare identità capaci di confrontarsi con le mille sfaccettature della modernità senza, per questo, subirne passivamente gli effetti.

PuntoAgroNews.it è anche su WhatsApp!
Cliccaqui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

banner belmonte

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2