Scafati. Villani (M5S) porta il caso Helios in Parlamento: "Controlli per il rischio salute, si valuti la delocalizzazione"

17 Settembre 2018 Author :  

“Il Ministro garantisca i controlli e faccia emergere la verità su Helios, Scafati (Salerno) ha bisogno di aiuto: si paventa un rischio per la salute umana. Si valuti la delocalizzazione”: a dirlo è la Deputata del MoVimento 5 stelle Virginia Villani che ha risposto alle richieste del Meet Up Scafati in MoVimento, del comitato Cappella e Oltre e tutti i cittadini del comprensorio. La società, che ha un sito di stoccaggio rifiuti in via Ferraris a Scafati è sotto accusa per i continui miasmi che preoccupano i residenti.
L'interrogazione a risposta scritta è stata sottoposta al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Sergio Costa: “Il piano regolatore generale del comune di Scafati destina alle attività produttive la zona D del territorio scafatese; il vigente piano regolatore generale, inerente alle sottozone D4 prevede che le aree prevalentemente inedificate già in parte occupate da sedi di attività industriali, siano destinate alla realizzazione di un insieme di sedi produttive per attività non nocive né inquinanti – si legge nell'interrogazione dell'On. Virginia Villani - Attraverso il decreto dirigenziale 355 del 7 dicembre 2010 la regione Campania approvava e autorizzava alla società Igiene Urbana S.r.l. il progetto per la realizzazione di un impianto di stoccaggio e trattamento rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, in un'area interna alla zona Pip del comune di Scafati sita alla via Galileo Ferraris per una quantità massima stoccabile di rifiuti di metri cubi 1562.50. Nel 2011 il comune di Scafati attraverso il permesso a costruire 04/11 dell'8 febbraio 2011 ha autorizzato la ristrutturazione e l'ampliamento dell'impianto. Il 21 ottobre 2011, la regione Campania con decreto dirigenziale n. 211 concedeva all'igiene Urbana s.r.l. l'autorizzazione all'esercizio dell'impianto di stoccaggio e trattamento dei rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. Il 5 novembre 2012 con il decreto dirigenziale n. 194, la regione Campania autorizzava la ditta l'igiene Urbana S.r.l. ad effettuare un ampliamento della superficie dello stabile e la regione Campania con il decreto dirigenziale n. 79 del 30 aprile 2013 concedeva alla società l'igiene Urbana s.r.l. l'autorizzazione all'esercizio dell'impianto di stoccaggio e trattamento dei rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi”.
Poi l'iter continua: “La regione Campania con altri due provvedimenti nel 2013, sentenziava il passaggio dello stabilimento dalla società l'igiene Urbana s.r.l. ad altra società del medesimo gruppo denominata Helios. Nel 2015 altri due ampliamenti per una superficie finale di 17097,46 metri quadri e per una quantità massima stoccabile di 4274,36 metri cubi” – si legge nel esto a firma dell'On. Virginia Villani - “La zona Pip di Scafati non è completa neanche al 50 per cento non risulta avere i servizi e i sottoservizi adeguati per ospitare in sicurezza ambientale una ditta di questo tipo. Sin dal suo insediamento, l'impianto ha arrecato enormi disagi non solo alle abitazioni nelle sue immediate vicinanze, ma anche alla viabilità spingendo i cittadini a presentare numerose denunce e diffide; il tribunale di Nocera Inferiore, in data 11 ottobre 2016 ha disposto il sequestro preventivo delle quote sociali, dei beni patrimoniali e strumentali, nominando contestualmente un amministratore giudiziario atto a far proseguire l'attività per salvaguardare i livelli occupazionali”. La Depuata grillina quindi chiede al Ministro Costa “quali iniziative intenda assumere, al fine di promuovere una verifica tramite del Comando dei carabinieri per la tutela dell'ambiente, su una situazione definita come «pericolosa la salute» e tale da suscitare le condizioni di una emergenza sanitaria, e da richiedere una delocalizzazione dell'attività”.

LA SODDISFAZIONE DI SCAFATI IN MOVIMENTO

Soddisfatti gli attivisti di Scafati in MoVimento sul caso Helios che finalmente approda in Parlamento grazie all'intervento della deputata Virginia Villani. “Scafati in movimento è lieta di annunciare che, Con il MoVimento 5 Stelle al governo, viene ribadito il principio che pone la voce dei cittadini ed il loro benessere al primo posto. Da anni quella per salvaguardare la zona è una battaglia che stiamo portando avanti con passione. Tantissimi sono i cittadini che in questi anni ci hanno chiesto aiuto e ci hanno esortato ad effettuare un sopralluogo – che più volte abbiamo fatto insieme ai nostri portavoce - al fine di verificare l'emergenza causata dal sito di stoccaggio Helios/Igiene Urbana di via Galileo Ferraris. Ogni volta che ci siamo recati in zona, non abbiamo potuto fare altro che constatare l'aria irrespirabile e che non vengono rispettate le più elementari norme ambientali. Odori nauseabondi, sversamenti di percolato, sosta di automezzi selvaggia e quasi mai controllata. La situazione in città, e specialmente nei pressi della struttura Helios, è oramai insostenibile” spiegano gli attivisti di Scafati in MoVimento “Fa sorridere l'atteggiamento del governatore Vincenzo De Luca in merito alla Helios: sostiene di essere pronto a discutere dell'argomento ma l'interrogazione dei nostri portavoce in Regione è ferma dal 2016 e da anni attendiamo un riscontro dall'assessore Fulvio Bonavitacola. Dove erano il PD regionale e locale quando appena qualche settimana fa siamo ritornati con il consigliere regionale Cammarano e la senatrice Luisa Angrisani sotto i cancelli della Helios per ascoltare i disagi dei residenti? Siamo stufi delle solite promesse: la Regione faccia davvero la sua parte, dunque calendarizzi l'argomento "Helios" in commissione ambiente, noi continuiamo intanto la nostra battaglia in tutte le sedi opportune, come anche il Parlamento e le autorità giudiziarie. Finalmente possiamo affermare che dopo tanti anni di battaglie, da parte nostra e dei comitati nati per controbattere questo problema, abbiamo finalmente dei rappresentanti, i nostri portavoce presso il Parlamento, che si fanno carico di una battaglia che abbiamo cominciato insieme a loro, prima che diventassero forme istituzionali”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2