Sarno. Caso Prt: nuovo incarico legale, il Comune continua la battaglia contro l’impero dei rifiuti

30 Aprile 2020 Author :  
Caso Prt: nuovo incarico legale, il Comune di Sarno annuncia un’altra battaglia contro l’impero dei rifiuti.  Dopo ave ricevuto l’incarico per proporre Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, l’avvocato salernitano Gaetano Paolino ottiene un altro mandato per resistere innanzi al Tar di Salerno avverso il ricorso proposto da Pasquale Agovino,  titolare della Polyuteran Recycling Tecnology di via Ingegno. L'imprenditore dei settore ecologico, difeso dall'avvocato Lorenzo Lentini, nelle settimane scorse aveva ottenuto l’accoglimento dell’istanza cautelare da parte del Tribunale Amministrativo regionale che sospendeva gli effetti dell’ordinanza del sindaco Giuseppe Canfora. La vertenza tra l’ente municipale e la Prt nasce a seguito dell’incendio dell'11 marzo scorso in via ingegno, dove sono siti gli stabilimenti del colosso dei rifiuti. A seguito del rogo, il primo cittadino di Sarno emanò un’ordinanza sindacale che disponeva la sospensione dell’attività della Prt e domandò alla Regione Campania di revocare in autotutela le autorizzazione rilasciate negli ultimi mesi imprenditore Pasquale Agovino. Nel frattempo, la stessa Prt, ha proposto ricorso al Tar di Salerno che, con decreto Presidenziale, ha accolto l’istanza cautelare provvisoria ed ha fissato per la trattazione collegiale in camera di consiglio per il 6 maggio 2020. Il Comune, non costituitosi nella prima fase di giudizio, si costituirà per la data fissata per la trattazione ed ha conferito incarico legale all’aministrativista Gaetano Paolino, già affidatario nei giorni scorsi di un ricorso al Capo dello Stato con lo scopo di richiedere l'annullamento delle autorizzazioni concesse con decreto regionale del 28 novembre 2019 e del 25 febbraio 2020. Il nuovo impegno di spesa dell’ente è di 16 mila e 600 euro a cui si aggiungono i 20 mila e 800 del precedente incarico. Per avere la meglio nel giudizio in essere, il Comune ha sollecitato l’Arpac e i Carabinieri del Nucleo ecologico di Salerno per ottenere gli esiti dell’accertamento nell'incendio del 11 marzo. Secondo l’ente municipale, la quantità dei rifiuti stoccati nei capannoni della Prt, potrebbe essere di quantità superiore rispetto a quanto previsto dalle autorizzazioni regionali. Tale condotta, secondo il sindaco Canfora, potrebbe portare a risvolti censurabili su un profilo penale.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2