"Folle Amanda": l'imbarazzo di Antonella Steni in scena

06 Novembre 2015 Author :  
di Francesco Apicella Nel 1989 la compagnia della bravissima e irresistibile Antonella Steni portò in giro, per l’Italia, la commedia “Folle Amanda”, una divertente e frizzante piece di Pierre Barillet e Jean Pierre Gredy. C’è una scena, all’inizio del secondo atto, in cui Amanda, la protagonista, sente il campanello della porta d’ingresso, corre ad aprire ed esclama subito “Ciao, Loulou!”. Loulou, interpretato dal bravo ed eclettico Roberto Santi, attore a tutto tondo, è il suo amante. La scena si ripete tutte le sere con grande e immutato divertimento ma, a dispetto, in una di quelle sere il diavolo ci mette la coda e si verifica un inaspettato incidente di percorso che lascia la povera Antonella Steni da sola in palcoscenico, senza partner e relative battute di scambio. Ma cosa era successo? Tutte le sere un campanello interno avvertiva Roberto Santi che era il suo turno di entrare in scena. Quella fatidica sera l’attore, che stava chiacchierando tranquillamente con alcuni tecnici fuori dai camerini degli attori, aspettando il consueto richiamo del campanello interno per il suo ingresso in scena, o perché non sentì il campanello o perché il campanello, forse, non suonò per niente, continuò imperterrito a chiacchierare, come se niente fosse. Ed ecco che in scena suona il campanello d’ingresso e, come di consueto, Antonella Steni corre alla porta , la apre e, come da copione, esclama di getto “Ciao, Loulou!” Ma nel vano della porta Loulou non c’è! Panico totale!! Che è successo, perché non c’è? Qualcuno corre nei camerini a chiamare Roberto Santi, ignaro di quello che sta succedendo in scena. La Steni, da grande attrice, qual è, nasconde il suo disagio e cerca di guadagnare tempo, riempiendo l’improvviso silenzio con la prima cosa che le viene in mente. Passano alcuni interminabili minuti, terribili anche per un’artista di grande esperienza e professionalità come lei. Poi, all’improvviso, come un deus ex machina, irrompe sulla scena Roberto Santi, entrando dalla parte opposta dalla porta d’ingresso e, precisamente, dalla porta della camera da letto “Sorpresa!! Eccomi!! Ti ho fatto una sorpresa, mi ero nascosto!” Grande presenza di spirito di un attore di sicuro mestiere ed immediato sollievo della signora Steni che, però, rimase turbata per tutta la serata da quanto era successo in scena e, quando, dopo lo spettacolo, andarono tutti a cena e Roberto Santi prese posto a tavola, come tutte le sere, accanto a lei, lo guardò con aria sofferta ed esclamò “Loulou”, come affettuosamente lo chiamava anche fuori scena, “ti prego, almeno per questa sera, sta lontano da me, mi hai fatto morire, ero disperata! Non dovete mai più lasciarmi da sola in scena. Siediti ad un altro posto, mi passerà, lo so, ma stasera non voglio più vederti”. Poi, le sere seguenti, Antonella Steni dimenticò del tutto questo spiacevole inconveniente scenico e Roberto Santi prese di nuovo il suo posto accanto a lei, a tavola e, come amico di sempre, nel suo cuore. E’ inutile dirlo: lo spettacolo fu, ovunque, un grande successo di pubblico e di critica, con una perfetta sintonia emotiva tra gli attori e il pubblico in sala.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2