Etichette alimentari e nutrizionali: cosa sono e come si leggono?

11 Novembre 2019 Author :  

L’etichetta è la carta d’identità dei prodotti alimentari e rappresenta lo strumento di comunicazione tra produttore e consumatore. Imparare a leggerla è fondamentale, non solo per sapere cosa c’è dentro la confezione che acquistiamo ma, anche per poter confrontare e scegliere consapevolmente gli alimenti di cui abbiamo bisogno. Qualsiasi azienda che produce generi alimentari e li commercializza deve, per legge, obbligatoriamente apporre sulla confezione l’etichetta che deve contenere determinate informazioni.

Quali caratteristiche devono avere per legge?

L’etichetta di un prodotto alimentare deve essere per legge chiara; comprensibile, leggibile, indelebile cioè non deve cancellarsi. Pertanto l’etichetta non deve indurre in errore l’acquirente, attribuire proprietà atte a prevenire o curare malattie.

Quali sono le informazioni obbligatorie?

In base al regolamento UE n.1169/2011 le informazioni obbligatorie sono:

- la marca o denominazione di vendita (ovvero il nome del prodotto) ad esempio “olio extravergine d’oliva”;

- l’elenco degli ingredienti, riportando prima quelli presenti in maggiore quantità;

- la quantità netta del prodotto: per i prodotti liquidi in unità di volume (l, cl, ml) e di massa per i prodotti solidi (kg o g);

- il termine minimo di conservazione è la data fino alla quale il prodotto alimentare conserva le sue proprietà specifiche in adeguate condizioni di conservazione;

- la sede dello stabilimento di produzione o di confezionamento

- il lotto che indica l’insieme di tutte le confezioni di un determinato prodotto alimentare, prodotte, fabbricate o confezionate in condizioni praticamente identiche;

- modalità di conservazione qualora sia necessaria l’adozione di particolari accorgimenti in funzione della natura del prodotto;

- titolo alcolimetrico per le bevande alcoliche per le bevande aventi un contenuto alcolico >1,2% in volume;

- luogo di origine o di provenienza;

- istruzioni per l’uso, dove è necessario

Qualcuno diceva “siamo ciò che mangiamo!” se è vero tutto questo è bene conoscere e saper interpretare anche le etichette nutrizionali. Riportare l’etichetta nutrizionale è un’operazione facoltativa, diventa obbligatoria quando un’informazione nutrizionale sia fornita in etichetta o in pubblicità, come ad esempio per biscotti poveri in grassi o in zucchero, o per cibi light in generale.

L’etichetta nutrizionale può riportare nell’ordine: il valore energetico, i seguenti nutrienti: proteine, carboidrati, grassi, fibre alimentari, sodio. Le vitamine e i sali minerali se presenti in quantità significative.

Riporto di seguito qualche consiglio per comprendere al meglio un’etichetta nutrizionale

Prima regola: meno è lunga la lista degli ingredienti meglio è il prodotto, scegliete dunque i prodotti che abbiano subito il minor trattamento. Attenzione sempre al primo ingrediente perché è quello contenuto in maggiore quantità.Diffidate dalle diciture “senza zucchero”, o meglio leggete attentamente l’etichetta, poiché, se tra gli ingredienti compare la dicitura sciroppo di glucosio/fruttosio/maltosio/amido di mais/sciroppo di cereali, l’alimento contiene indirettamente dello zucchero. Non dimenticate infine di controllare gli allergeni presenti, la data di scadenza e che la confezione sia integra.

Concludendo, è vero che spesso siamo di fretta, ma è importante dedicare qualche minuto in più al momento della spesa, per la nostra salute e per imparare a scegliere consapevolmente.

Dott.ssa Maria Rosaria Lanzieri- Biologa Nutrizionista

Riceve su appuntamento a Sarno (SA) e San Valentino Torio (SA)

E-mail: m.rosarialanzieriògmail.com

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2