Namastè. Io il mio supereroe

11 Febbraio 2020 Author :  

di Maria Rita Ciancia*

Namasté amici…
Sapete il mio supereroe preferito è Batman. Lo è da sempre e non credo che cambierò idea. Da dove mi viene l’idea di raccontarvi questa cosa? Beh avete ragione, ma vi faccio capire. Ho fatto una riflessione su me stessa, mi sono chiesta: “ma perché mai mi piace proprio Batman? Perché è ricco? Perché veste di nero?”. Ci sono tanti supereroi, con superpoteri, belli e dotati di tante virtù. Perché proprio uno schizzato vestito di nero che potrebbe fare una vita senza pensieri (essendo Bruce Wayne milionario!?).
Eureka! Ho capito! Ecco perché mi piace Batman e non tutti gli altri. Gli altri supereroi sono tali perché hanno dei super poteri con cui si trovano a convivere. Talvolta perché vengono da un altro pianeta, ora perché vengono punti da un ragno radioattivo, si trovano a non avere quasi scelta.
Ma lui no!
Bruce Wayne è ricco, schifosamente ricco! Potrebbe vivere senza pensieri, costruendo intorno a sé una realtà dorata. E invece indossa una tutina nera (che penso sia un tantino scomoda), il mantello, che fossi in lui eviterei perché personalmente mi ci potrei strozzare da sola tra un salto e una mossa di Karate. Arriviamo a noi. Perché sono tanto attratta da questo supereroe allora? Beh perché è normale, non a superpoteri, ma sceglie!
Sceglie di indossare la scomoda tutina e il mantello per combattere il crimine, perché la città in cui vive possa essere liberata dai cattivi, perché le persone che la abitano siano al sicuro e perché nessun bambino pianga la perdita dei genitori come è accaduto a lui!
Se Batman vivesse in Campania invece che a Gotam City contro chi dovrebbe combattere? Da chi dovrebbe liberarci?
La risposta non tanto facile. Ci saranno nomi e cognomi da poter fare per dire che questo è un ladro e che quello è un camorrista. Tuttavia il problema maggiore che vedo, non solo in Campania, ma in tutta la nostra bella Italia è semplicemente la mancanza di scelta!
Sono innamorata del personaggio di Batman perché è un uomo, normale! Con i suoi dubbi, sarà ricco, ma non per questo non è triste. È un uomo che fa una scelta. Sceglie di aiutare le persone! Voi mi direte: “e va beh è ricco”. Si ma questo può giustificare il suo costume, le sue armi. La sua auto, ma di certo non il suo operato.
Tutti noi possiamo essere Batman, non per la tutina nera, ma per la scelta. Ogni giorno siamo chiamati a scegliere cosa vogliamo fare, nella nostra quotidianità. Siamo chiamati a scegliere quando posiamo l’immondizia, la separiamo come si deve anche se ci porta via qualche minuto in più? Quando siamo a lavoro, anche se la ditta o l’azienda per cui lavoriamo non è nostra facciamo del nostro meglio?
Ecco essere degli eroi significa questo, ma anche non guardare dall’altra parte! Stiamo vedendo anche dai media ciò che accade nel mondo, ma anche vicino a noi. Quando il figlio torna a casa da scuola ridendo del proprio insegnante a cui ha nascosto il cassino (nella migliore delle ipotesi), spiegargli che come comportamento non è l’ideale e non ridere insieme a lui di quel gesto è una cosa da eroi; esprimere il proprio pensiero in una qualunque discussione senza tentare di sminuire, offendere o denigrare l’altro è una cosa da eroi; alzarsi la mattina e camminare nel mondo cercando di essere una persona per bene è una cosa da eroi. Insegnare ai nostri figli che la qualità della nostra essenza è data dal nostro saper stare nel mondo è una cosa da eroi!
Il potere di fermare una guerra, non lo abbiamo. Il potere di cambiare la “testa” di chi inneggia al razzismo di qualunque tipo non lo abbiamo, ma possiamo con il nostro “operato” mostrare che chi ci sta accanto che un essere umano sia esso bianco, nero, egiziano, donna, gai, povero, immigrato è nostro fratello. Nostro fratello non perché lo dice la religione, ma perché lo dice la scienza. Nasciamo da uno stesso ceppo umano. Se facessimo un’indagine genetica, nel nostro DNA c’è quello di tutto il mondo!
Credo di aver cambiato idea. IO sono il mio supereroe Preferito!

 

Dott.ssa Maria Rita Ciancia
Psicologa Clinica e di Comunità
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2